Alla scoperta del Bosco delle Fate

Bosco delle Fate in mezzo agli alberi

Questa gita è

Genova

Entroterra

Per tutti

Pallini

Cari amici di Riviera dei Bambini oggi vi vogliamo portare alla scoperta di un posto incantato nel cuore della Val Trebbia, poco distante dal centro di Fontanigorda.

Si tratta proprio di un posto magico: stiamo parlando del Bosco delle Fate, un’ampia area verde ricca di castagni e faggi che offre anche tante opportunità di svago e intrattenimento per grandi e piccini.

  • Sentiero tra gli alberi nel Bosco delle Fate
  • Ruscello nel Bosco delle Fate

Come dicevamo il Bosco delle Fate si trova a poche centinaia di metri dal centro abitato di Fontanigorda, in particolare per raggiungerlo occorre imboccare Via al Bosco delle Fate dalla piazza del Comune (se arrivate in macchina, questo inoltre è il punto dove vi consigliamo di parcheggiare).

All’interno del bosco è possibile praticare diversi sport grazie alla presenza di un centro ricreativo e polisportivo che comprende campi da calcetto, tennis, bocce e minigolf. Inoltre c’è un‘ampia area giochi dove potrete godervi una pausa rilassante e far divertire i vostri bambini. Non solo ma qui si trovano anche delle zone attrezzate dove, tempo permettendo, potrete organizzare dei barbecue.

  • Centro ricreativo nel Bosco delle Fate
  • Parco giochi nel Bosco delle Fate
  • Centro ricreativo Bosco delle Fate

Se invece preferite immergervi nella natura, sappiate che il Bosco delle Fate è un ideale punto di partenza di numerosi sentieri di differente difficoltà. Molti sono brevi e piuttosto facili, altri invece sono consigliati ad escursionisti più esperti.

Noi vi consigliamo ad esempio un percorso circolare della durata di 30 minuti circa che parte in prossimità dell’ingresso al bosco. Pur essendo una passeggiata adatta a famiglie con bambini anche piccoli, vi suggeriamo di utilizzare il marsupio, evitando passeggino o carrozzina.

Una chicca del Bosco delle Fate è senza dubbio la spada nella roccia. Eh sì avete capito bene: seguendo il sentiero che porta al Monte Gifarco, potrete vedere (e toccare) una vera e propria spada nella roccia, sentendovi come Re Artù. La leggenda vuole che questa misteriosa spada sia stata piantata lì da San Galgano che, di ritorno dalle crociate, trasformò la spada in una croce affondandola nella roccia.

Tuttavia è bene sapere che questo percorso è piuttosto lungo e impegnativo (si tratta di una camminata di circa 2 ore nel bosco), per cui sconsigliato per i bambini piccoli o comunque per i meno esperti.

  • Spada nella roccia in cima al monte Gifarco
  • Vista dalla cima del monte Gifarco
  • Vista sulla cima del monte Gifarco

Prima di lasciarvi alla vostra gita, vogliamo darvi un altro paio di consigli molto pratici:

1) Il Bosco delle Fate è famoso anche per le sue sorgenti, quindi vi basterà munirvi di borraccia mentre non vi sono punti ristoro, se non in paese, quindi è bene essere muniti di pranzo al sacco o merende.

2) Essendo esposto a nord il Bosco delle Fate risulta essere molto piacevole nelle giornate calde ma in autunno potrebbe prevalere il freddo, quindi assicuratevi di essere ben equipaggiati.

Se vuoi goderti la Liguria con la tua famiglia

guarda le nostre strutture a misura di bambino

Scopri le strutture